“Igiene Orale usata come espediente per sedurre le masse”. L’ordine TSRM PSTRP della provincia di Messina si pronuncia sulle cliniche low cost

“Condividiamo fermamente il pensiero , noi che sulla massima qualità delle prestazioni in prevenzione ne abbiamo fatto uno stile di vita professionale”.

DIFFIDA DALLE PROMOZIONI

La prevenzione orale è una questione di salute, non di portafoglio. Un presunto risparmio non sempre corrisponde a un’adeguata cura e dietro allettanti offerte di igiene o cure odontoiatriche al ribasso, spesso, ci sono realtà che non hanno come mission la tutela e la soddisfazione del paziente, ma un business che ha già rivelato ai più, i perversi meccanismi che lo regolano, lontani dall’etica e dalla deontologia che dovrebbero ispirare soprattutto quei professionisti che operano nel settore sanitario.

Cliniche, centri o catene low cost che operano in questo ambito hanno ormai invaso a tappeto tutto il territorio nazionale: propongono cure a prezzi bassi, puntano su agevolazioni nei pagamenti ed elasticità degli appuntamenti. Un bel vantaggio, si dirà. Ma l’apparente convenienza economica in molti costa cara alla salute e, a lungo termine, potrebbe costare cara anche al portafoglio. Come hanno dimostrato recenti inchieste condotte da associazioni di consumatori e trasmissioni televisive di approfondimento come Report, le catene, intanto, non sono garanzia di qualità nei trattamenti, perché essa non dipende da un brand, ma dalla preparazione e dalla professionalità del singolo.
Le catene, inoltre, possono chiudere da un giorno all’altro e lasciare senza garanzie chi ha effettuato cure: sono srl che rispondono solo per il capitale sociale versato e che, spesso, sfruttano l’igiene dentale e la prevenzione orale come mero specchietto per le allodole: offerte super-scontate attraverso cui attrarre il maggior numero di persone possibile e propinare altri servizi. Non trattandole come pazienti, ma solo come clienti.

Lo scopo delle srl è, infatti, il mero profitto e dal momento che le prestazioni di igiene risultano le più economiche e, per questo, meno redditizie, è praticamente impossibile che le catene, in questo settore, abbiano interesse a offrire un servizio di qualità.

Tra l’altro, sono già tante le testimonianze di promesse disattese, di costi ridotti esposti in pubblicità, manifesti e brochure che, poi, risultano ingannevoli.


Ma soprattutto la prevenzione e l’igiene dentale non possono essere utilizzate alla stregua di una trappola o come espediente per “sedurre” le masse, perché in realtà rappresentano il primo, imprescindibile, elemento propedeutico per la salute orale di ogni individuo.